Studiare all’estero: le notizie e le News di Maggio 2023

Le News di Aprile per chi vuole studiare all’estero questa volta arrivano insieme a quelle di Maggio.

Questo mese, gli aggiornamenti principali riguardano i visti studente in Canada e Stati Uniti, e i diritti di accesso al lavoro durante il corso di laurea e dopo la laurea in Canada e Australia.

Inoltre, sono state finalmente pubblicate le nuove linee guida UCAS per le lettere di referenza da allegare alle domande di ammissione alle università inglesi, a partire già da Settembre 2023.

Infine, parlando di certificazioni di inglese, ETS lancia una versione TOEFL IBT più breve, mentre il British Council mette a disposizione nuove risorse gratuite per prepararsi all’esame Ielts.

Vediamole meglio insieme!

 

News di Maggio per chi vuole studiare all'estero

Lavorare in Canada dopo il master: adesso si può!

Chi ha completato un master in Canada, può rinnovare il visto Post-Gratuation per 18 mesi per motivi di lavoro.

Questa novità si applica già dal 6 aprile 2023 e riguarda sia chi ha il visto PGWP in scadenza che chi ha un visto scaduto da poco.

Gli studenti che possono usufruirne riceveranno un messaggio automatico che li avvisa di questa opportunità.

Il Canada infatti è un Paese in crescita economica alla ricerca di professionisti e lavoratori per i settori Turismo, ingegneria e manifatturiero, marketing e e-commerce, ristorazione, elettronica, immobiliare.

La scelta del Governo Canadese di permettere a coloro che hanno completato un Master di rimanere anche oltre i 90 giorni post-proclamazione risponde proprio a questa esigenza economica e sociale.

Questa opzione di permanenza estesa fa seguito ai cambiamenti -nella stessa direzione- già operati a Ottobre 2022, quando il Canada ha esteso agli studenti universitari con Visto la possibilità di lavorare full time. Ne avevo già parlato nelle news di Ottobre 2022.

Visti studente per gli Stati Uniti: Aumentano i costi

Dopo l’aumento all’importo della tassa Sevis di alcuni anni fa, da fine maggio 2023 aumenta anche l’importo della tassa consolare.

In particolare, per tutte le nuove richieste di visto studente F1, M e J1 per gli USA il costo della tassa consolare passa da $160 a $185.

Alla quota consolare, vi ricordo che va aggiunta la tassa SEVIS già esistente.

Le procedure per la richiesta del visto studente per gli USA sono invariate, e richiedono:

  • Passaporto
  • Ammissione ad un programma J1 o a una high school, college o università negli Usa
  • Domanda di visto completata online

Trovi maggiori informazioni nella guida ai visti e documenti per studiare negli USA.

Ammissione università Inglesi: nuove reference letters

I tanto attesi cambiamenti alle procedure di ammissione alle università Inglesi sono arrivati.

In particolare il consorzio UCAS, che raggruppa tutte le università del Regno Unito, ha finalmente annunciato che per le domande inviate da settembre 2023 (per l’anno accademico 2024-25) le lettere di referenza degli insegnanti avranno un nuovo formato.

  • Il formato delle nuove reference letter sarà semplificato, più breve e seguità uno schema a 3 sezioni.

  • Lo scopo è quello di agevolare gli insegnanti nella compilazione della reference letter e rendere più equa la procedura di ammissione per tutti gli studenti.

Nonostante le ottime intenzioni, non sono mancate polemiche e feedback negativi da parte delle high school inglesi e degli insegnanti e tutor.

Vediamo che succederà rispetto nei prossimi mesi con gli attesi cambiamenti al formato dei personal statement, ovvero dei temi di presentazione che gli studenti devono allegare alla propria domanda di ammissione.

Appena saranno disponibili informazioni sicure, ve ne parlerò qui sul blog.

 

Torna il limite alle ore di lavoro per gli studenti in Australia con visto

Dopo un’apertura in via sperimentale nel 2022, e la possibilità data agli studenti internazionali iscritti ad un corso di laurea o master in Australia di lavorare fino a 40 ore a settimana, il Governo ha deciso uno stop.

Dal 1 luglio 2023, il massimo di ore di impiego a settimana si riduce a 48 ore ogni 2 settimane, per tutti gli studenti con visto.

La scelta è motivata da procedure non corrette che college e studenti hanno messo in atto nei mesi scorsi, tanto da rendere il visto studente in versione 2022 una porta di accesso per finti studenti, che sceglievano l’Australia per motivi diversi da quelli legati allo studio.

 

Tornando indietro ad un limite settimanale di ore di impiego consentite, anche le famiglie e le università hanno molte più garanzie che gli studenti non sottovalutino l’impegno che lo studio comporta, e si possano concentrare di più sui programmi universitari, completando in tempo il proprio corso di laurea o master.

Voi che ne pensate?

Il test TOEFL diventa più breve

Il Toefl è una delle certificazioni di inglese più usate nel mondo, insieme all’Ielts e a Duolingo, per l’ammissione alle università all’estero, sia per i corsi di laurea e master.

Dal 26 Luglio 2023, il test per la certificazione di inglese TOEFL verrà modificato in modo sostanziale.

I cambiamenti riguardano:

  • Riduzione della durata totale del test, che passa da 3 ore a 2 ore;
  • L’inserimento di una nuova sezione chiamata Writing for an Academic Discussion task“, che prenderà il posto della sezione di writing;
  • La sezione Reading verrà abbreviata;
  • Le domande non conteggiate nel punteggio verranno eliminate per ridurre il carico cognitivo degli studenti.

L’obiettivo è di ridurre i tempi necessari per prepararsi all’esame e per completare il test.

Inoltre, il punteggio finale sarà più trasparente e comprensibile anche per gli studenti. 

Le modifiche interessano il test TOEFL Ibt per tutte le sessioni di esame successive al 26 luglio 2023.

Prepararsi all’Ielts gratuitamente

Infine, ecco una risorsa Gratis per voi: Il British Council lancia il programma Premium.

Gli studenti iscritti all’esame IELTS hanno da oggi accesso al programma IELTS Ready Premium.

Si tratta di un pacchetto di risorse utili per prepararsi in autonomia al test IELTS.

Il pacchetto Premium contiene oltre 40 simulazioni di test, lezioni registrate, esercizi di scrittura, e sessioni di lettura e ascolto in preparazione all’esame.

 

É sufficiente un programma di studio autonomo per prepararsi all’Ielts?

Dipende dallo studente, dal suo stile di apprendimento e dal suo livello di inglese di partenza.

In molti casi, specialmente se si punta ad un livello di inglese elevato, superiore a B2, è preferibile farsi affiancare da un insegnante di lingua con esperienza.

Tuttavia, avere più risorse – anche online- da affiancare alle lezioni di un docente è sicuramente una buona notizia.

 

 

Per questo mese, con le news per chi vuole studiare all’estero è tutto.

Ci vediamo a Giugno!

VUOI STUDIARE ALL’ESTERO?

Antonella Crisafulli

Antonella Crisafulli

International Educational Consultant e Orientatore per percorsi di studio all’estero in scuole superiori e università e vacanze studio.
Aiutare gli studenti a trovare il percorso di studi all’estero più adatto alle loro aspirazioni è quello che amo del mio lavoro.
Non concordo con chi definisce i “giovani di oggi” in modo negativo. Dietro insicurezze, atteggiamenti baldanzosi o silenzi, si nascondono sogni, progetti e potenzialità tutte da scoprire.
I miei interessi spaziano dalle lingue straniere all’interculturalità, alle neuroscienze e la pedagogia, la didattica, la psicologia, il marketing, l’arte.
Il bello di questo lavoro è anche che tutto ciò che imparo in modo autonomo mi “aiuta ad aiutare” in modo più consapevole.
Su questo sito web e blog condivido idee e informazioni per le famiglie e gli studenti interessati a intraprendere un percorso di studio all’estero.

Pin It on Pinterest

Share This